……l'impossibile

Ultima

…forse

sono entrata qui….
e senza nessun preavviso questa musica…ripetitiva e malinconica mi ha dato un colpo al cuore…
l’ho messa io qualche giorno fa…dopo aver cercato e cercato ho rimesso questa vecchia musica che amavo tanto…che tanto mi ha toccato il cuore….
forse è proprio quello…il mio cuore di allora che torna per un attimo a farsi sentire…
a dirmi che è ancora vivo e pulsante….
io non lo so…non so come sono…
senza cuore?…dorme?…muore?

e poi queste note…
le lascio entrare…lascio che facciano ancora male…
forse è un bene…
forse il mio cuore si rimette a battere ….
forse ricomincia a sentire…
forse mi dice solo che lui è sempre li…
che attende di ricominciare a pulsare….
che la vita continua……

 

Annunci

Madre

……e la terra purifica se stessa….
lei sa cosa fare ….siamo noi piccole formiche che pensiamo di essere così importanti che senza di noi tutto vada in malora…..
ma siamo noi che abbiamo mandato tutto a catafascio….siamo solo piccole formichine presuntuose…..
e lei purifica se stessa…lei si rimette a nuovo per un nuovo ciclo….
noi possiamo solo accettare cosa lei ora fa…e farà….e se sapremo stare al suo passo ci verrà concesso di abitare ancora in questo bellissimo pianeta blu…che forse non sarà più così blu alla fine….

e guardo con cuore gioioso il suo assestare…rivoltare….ricreare….
e guardo con cuore grato chi posò i piedi in questa terra per assisterla nel cambiamento….
perchè non c’è nessuno che non abbia scelto ciò che viene…non c’è nessuno che sia mai obbligato a nulla che non abbia voluto….
siamo così piccoli….siamo così ignari di tutto….siamo così presuntuosi con il nostro pensare di conoscere tramite la razionalità…..
la quantistica comincia a spiegare….ma troppo pochi hanno appreso…sentito…che il tempo non è lineare…che il passato è nel presente…ed il presente è già scritto nel futuro oltre che nel passato….
che siamo in un tutto dove tutto è li….basta rimestare le carte,….basta voler vedere senza la mente…che sempre ha mentito per mantenere se stessa…..basta si provi a ”sentire”….basta unire questa nostra mente menzognera al cuore…..ed una logica nuova spunta…una logica che non ha nulla di lineare….
una logica quantistica che è in grado di farci capire cosa stiamo vivendo….
una nascita….una nuova nascita per la terra ….quindi per noi….
è ora che tutto il marcio…le brutture….le depravazioni di chi non ha saputo usare il cuore mai….
spariscano….
è lei ci pensa…lei la terra…lei gaia….lei la madre di ogni creatura sul suo suolo…..

ed io gioisco….la vita in questo momento è un gran caos….bisogna alzare l’ottica….
bisogna guardare in alto…lontano…fra le stelle…..
ed allora un suono primordiale raggiunge il nostro cuore….ci rassicura….
perchè ciò che c’è sulla terra ora è ciò che c’è nel nostro cuore….
sono uno specchio….guarisce uno…guarisce l’altro…..
per ora c’è caos….ma sempre quando bisogna far pulizie si crea caos….
ma da quel caos nascerà un nuovo ordine….più giusto…più vero….
nascerà il Cuore dell’umanità vera….della Terra……di ogni Uomo che calpesta questo suolo Sacro…

la Madre è una Madre….avrà cura dei suoi figli….
ed io ho il cuore leggero….così non si può più vivere…..
ed io ho molti figli….e non ho mai temuto per loro….
sono una madre…..conosco la Madre……..

 

…6 quaderni ed una lince

….sono nel 2.000….il tempo è quello…..
fù l’anno in cui i miei figli presero un anno sabbatico……
era l’anno in cui ero io la loro insegnante….
ero io che avevo qualcosa da insegnare loro…..
e così feci……
avevano 9 e 10 anni….e facevano meditazione con me…..
impararono ad andare nel loro profondo….
e scoprirsi……
fu magnifico ciò che venne alla luce…..
scoprirono cosa erano in grado di fare….videro loro vite passate……
videro futuro…..videro il nostro processo di purificazione in atto…..
perchè furono quelli gli anni in cui noi vivemmo ciò che la terra vive ora….
e loro mi dettero molto….io fui solo un mezzo perchè loro potessero ritrovarsi…..

6 quaderni protocollo…..6……
è quello che rimane di quel tempo nella materia…..
ma cosa rimase nel cuore….
un mondo….un mondo di saggezza e d’amore….

fra le altre …fra le mille favole….simboli…..scoperte….
galassie …terre ed animali…..
conoscenza…vera conoscenza…..
questa….questa favola simbolica che uno di loro visse….
vide….
e mi diede come un dono per il mio tempo futuro…
per il mio ora….
io…con la mia vita ….
io con il mio amore….
io con il mio cuore straziato…..
Amore….sempre solo Amore…..

…..la lince bianca sta raccogliendo qualcosa nella foresta per i suoi amici lupi….
vi sono piccoli fiori che stanno spuntando dalla neve…sente un rombo….
si rende conto che una slavina presto colpirà i 2 lupi che ignari giocano…..
come una saetta si fionda su di loro e con la spinta li catapulta lontano….
lei è investita di striscio….si fa male…..
ma nessuno se ne accorge subito….sono i lupi che leccandola per ringraziarla
lo vedono e si disperano….non sanno come guarirla….
sopraggiunge un altro lupo che subito si avvicina e dice di lasciar fare a lui…
è antico e saggio….la guarisce e si avviano nella foresta ….
lui si prende cura della lince per un po….ma poi si rende conto che deve tornare
al suo branco….la lascia dicendole che tornerà da lei…..
passa del tempo….lince bianca è triste….ama il grande lupo nero…..
guarda sempre lontano con la sua grande vista…..
ed un giorno vede venirle incontro una bellissima lince….
…i lupi si possono trasformare in linci……per Amore….
solo per Amore……….

 

luce!!!

…..la donna ha i piedi ben saldi sul ciglio dello strapiombo…..
è stato molto faticoso arrivare sino a quella nuova altura…ma ora è salda e ferma….
non può cadere anche se deve stare sul bordo perchè tiene la mano ad un uomo…
lui ha un piede appoggiato alla terra….l’altro è sospeso nel vuoto….
lei gli tiene saldamente una mano…stringe…lui non deve perdere l’equilibrio….
….è li ferma da molto…non può lasciare quella mano ma così non può avanzare…
ma soprattutto quella posizione fa si che lei veda solo il baratro sotto di loro…
vede solo il buio che c’è in quel luogo….
e non è il fatto di essere ferma che la distrugge un po alla volta….è non trovare più la luce….
qualcuno le parla da lontano….la chiama….le dice lascia quella mano….
girati e procedi…qui c’è il sole ed una stupenda scalinata che sale verso il cielo….
non serve che tu la tenga….così non salirà mai….ha troppa paura e si affida alla tua
mano….lascialo a se stesso….troverà la forza di aggrapparsi e tirarsi su….
vieni…qui è tutto bello ed è il luogo dove devi vivere…..
la donna è stanca…vuole la luce…non si ricorda neanche più come sia….
con uno scatto lascia la mano….si gira e va verso quei gradini…..
vorrebbe guardare indietro….vorrebbe sapere di lui….
si sarà aggrappato con le mani?…sarà scivolato?….oppure con uno sforzo è
riuscito a salire con tutti e due i piedi?
non può….sa che non deve girarsi…..
lui non è medusa…non la tramuterà in pietra…ma ha un altro potere ben più grande….
lui la può richiamare con solo un pensiero….con un solo sguardo….
ed allora procede e si rende conto subito che è leggera…
che può correre verso quei gradini che sale danzando….
è tutto luminoso e lei sente la luce che scalda il suo gelo…..
ora non teme più per lui….sa che non può che procedere….
quel buio è tremendo anche per lui….
prima o poi vorrà uscirne….
la scala luminosa è li….anche per lui……..

 

….il grande freddo

….il grande freddo sta per finire……
gennaio è andato…per fortuna…..
ma questo freddo dentro….basterà che passi gennaio per andare?
dubito….anche se ci ho sperato oltre ogni evidenza…oltre………
ed allora guardo quello che è rimasto della mia vita …..
io che ho creduto oltre ogni apparenza….che credevo nei ”miracoli”
che credevo che la giustizia avesse un corso….anche visibile….
che credevo che tutto torna….che la mia ”fosse” una vita importante…..
anche solo per il fatto….che ero proprio così….che non mollavo mai…..
ma cosa devo ancora mollare?….cosa devo ancora fare di queste mie ossa
che non vogliono più sentire la forza della gravità….che non vogliono più
sentire il peso di una vita mai facile?
e poi vedo la giustizia sulla terra….e non importa quello che dicono i più…
la vedo che sta venendo fuori….la vedo che prende piede e non permette
più di nascondere le cose come sono…..
vedo tutto che procede come ho sempre sentito…saputo…..
la vedo ovunque e non per me…..
perchè sono consapevole di cosa ho vissuto…ma soprattutto del perchè…..
e sono qui….stanca ….troppo stanca per qualsiasi cosa….
anche perchè….cosa mi interessa ancora?
ho lavorato una vita per Essere perchè solo in questa maniera potevo
aspettarmi un altro Essere…..
era il mio scopo primario….
vedevo bene quanto le persone si proteggevano per paura di soffrire….
quanto negavano se stessi solo semplicemente per paura……
e così stavano peggio….così vivevano una falsa vita senza nulla…..
ed ho costruito la mia vita passo a passo….senza mai deflettere….
anche quando mi è costato tutto ciò che potevo avere….
forse semplicemente ho fatto il mio tempo…..
sono arrivata dove dovevo…..
ma quanto ci ho creduto….

ora ho le unghie spuntate a forza di aggrapparmi….
ora sono …nel grande freddo……

 

…e torno

…..non ho più un luogo dove scrivere…..
ed allora torno qui….forse è bene…così cancello quella nefandezza qui sotto….
quanto sono poco io in quel pezzo!
eppure vivo queste cose…come raccogliessi dall’etere tutte le paure e le
negazioni di se che ci sono….
ma poi torno…basta poco di solito….una qualsiasi cosa che mi ricordi come
sono…chi sono…..
quella emma che ha avuto cento vite in una vita…..
la emma che non ha paura delle cose materiali….
quella che sa che è più potente….più forte….più luce delle stupide paure
umane……..
tutto vero….però non ho mai vissuto un periodo così….
dove sia così facile dimenticarsi di cosa si è…di cosa si sa….
di cosa si è costruito con le unghie e con i denti…..
per fortuna un nocciolo di me rimane sempre nelle mie profondità….
so che fa ridere chiamare così il nostro essere profondo…
il nostro essere più reale e vero….ma così io lo vedo bene…..
sbatto….è come se fuori fossi in un tornado che non da requie….
allora mi dispero e mi annullo…..
ma quel nocciolo dal suo profondo …nel suo silenzio …dice…..
mi ricorda che io non temo nulla perchè non vi è nulla di cui valga
la pena aver paura….
mi ricorda la mia luce….il mio lavoro…eterno lavoro…..
perchè li….dove tutto riposa io ricordo il mio essere sasso all’inizio
della creazione…..
ricordo il mio essere luce prima ancora di quel sasso….
e ricordo il mio essere viandante su questa terra…..
ricordo e prendo forza…..
ed allora ecco che emma l’impossibile torna…..
fa capolino fra le pieghe di se stessa….
e torna……

si mago….sono tornata……
ed è anche un po grazie a te……
vado…vengo….mi nascondo e torno…..
ma resto sempre …indiscutibilmente…..

emma….l’impossibile……..

 

sono malata

…sono malata……
dentro e fuori…..
inutile dire che il fuori non mi interessa….quello guarisce…..
ma il dentro?….che ne faccio di una emma malata?
che ne faccio di una che non ha più interessi a nulla?
che ne faccio di una che non vuole più nulla?
questo è il mio quesito…questa è la mia apertura a questo nuovo anno……
si accettano consigli….ma non quelli del cazzo…..
non quelli scontati…dai che ti riprendi….tutto passa…..
non fatemi incazzare….siete in pochi che mi leggete….
mi conoscete…..come posso ritrovare la voglia di vivere?
io non so più….sul serio….
non trovo una ragione valida….nessuna….
aspetto…..
e forse solo un miracolo…….

 

1.1.11


….come resistere al fascino di questa data?
come resistere al fascino di un anno che sembra nuovo…ma proprio nuovo?
ed allora ricomincio di qui…..blog nuovo per nuove sensazioni….
non mi piace molto scrivere senza i miei caratteri…..in questo spazio vergine….
ma penso che mi abituerò….
per ora mi guardo attorno….ne annuso l’aria….dell’anno e del blog…..
e sono contenta che qui sia tutto pulito ed intonso…..
un po cupo forse….ma io mi sento così….
sono il volo di quell’uccello….
sono un tuffo nella luce……..